Stripping

Lo stripping (o IPR Inter-Proximal Reduction)

è definibile come la riduzione dei diametri mesio-distali degli elementi dentali, operata tramite l'utilizzo di frese apposite o strisce abrasive a livello delle loro superfici interprossimali. Attraverso questa metodica è possibile ottenere un recupero dello spazio adeguato alla risoluzione di lievi affollamenti: secondo Sheridan1 l'entità di smalto asportabile, senza alterare eccessivamente la morfologia dentaria, si aggira intorno a 0,5-0,8 mm per punto di contatto. In questo modo, idealmente, si potrebbero ricavare dai 4 agli 8 mm di spazio per ogni arcata sfruttando le superfici interprossimali degli elementi dentali dal primo molare al molare controlaterale.; richieste di spazio maggiori presuppongono spesso il ricorso ad estrazioni per la risoluzione della malocclusione.

Pertanto lo stripping è una procedura che consente il recupero di spazio nelle arcate con affollamenti da lievi a medi.

La metodica dello stripping può essere utile in diverse situazioni cliniche:

• Apertura di contatti interprossimali stretti;

• Correzione di lievi affollamenti(6);

• Correzione delle discrepanze dento-alveolari(7);

• Riduzione dei triangoli neri dovuti all'assenza della papilla(8).

I vantaggi che possono derivare dall'impiego di questa tecnica sono molteplici:

• Semplificazione del trattamento ortodontico: in caso di piccoli affollamenti(9) riscontrabili durante le fasi di finitura è possibile ottenere velocemente spazio in arcata, evitando manovre più lunghe e laboriose come l'espansione, la distalizzazione o la proinclinazione degli elementi anteriori.

• Riduzione dei tempi: lo spazio guadagnato è ottenibile in poche sedute, a differenza delle altre tecniche di recupero dello spazio.

• Controllo dell'overjet: lo stripping permette di recuperare spazio senza alterare i rapporti di overjet pre-esistenti, pertanto concludendo il caso senza proinclinare gli incisivi o modificare il profilo dei tessuti molli del paziente.

• Estetica: se ben eseguita, la rimozione dello smalto interprossimale non comporta disagi estetici.

• Correzione dell'indice di Bolton(7): l'indice di Bolton è definito come la discrepanza dento alveolare tra la somma dei diametri mesio-distali delle superfici degli elementi dentari superiori in rapporto agli inferiori. Clinicamente si manifesta ad esempio nei casi di macrodonzia. Con lo stripping si è in grado di regolarizzare in maniera armoniosa le superfici dentali.